A Palazzo Harry: “amo il Regno, ma non c’era altra scelta”

By Francesca Crispino

La scelta di Harry non è passata indisturbata anzi. L’intento era proprio quello di far scalpore. Del resto, anche i reali si stanno adeguando al business moderno.

“Il Regno Unito è la mia casae un luogo che amo. Questo non cambierà mai, ma io e Meghan non avevamo altra scelta”. Così il principe Harry rompe il silenzio stampa dopo giorni di fibrillazionI.

Lo ha fatto a Londra durante un evento di beneficenza per l’associazione Sentebale, fondata dallo stesso Harry e dal principe Seeiso del Lesotho nel 2006 in onore di Diana allo scopo di perpetuare il suo aiuto ai malati di AIDS e HIV.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"