A Modica un bar generoso offre il caffè scontato agli Lgbt. Ma l’Arcigay protesta…

Caffè “scorrretto” a Modica, in provincia di Ragusa, nel più noto bar del centro, dove scoppia la polemica per uno sconto offerto alla comunità Lgbt dal titolare dell’attività senza alcuna intenzione discriminatoria, anzi. “L’ho fatto in buona fede, io non ho niente contro nessuno. È una cosa scherzosa. Non sono omofobo”, si difende il titolare del bar attaccato duramente dall’Arcigay locale, che ha considerata l’offerta discriminatoria e offensiva. Non sono servite le spiegazioni del titolare dello  storico bar ‘Il Volo’ nel quale è stato affisso un menu del caffè con prezzi differenziati: donne 70 centesimi, uomini, 80 centesimi, LGBTQIA+ 75 centesimi.

Emanuele Micilotta, dell’Arcigay locale, si è scatenato sui social definendo la campagna “superpromo discriminatoria” e chiedendo la rimozione del cartello. “Mentre noi attivisti ci battiamo per far sì che alle prossime elezioni vengano tolte definitivamente ai seggi le file ‘uomini’ e ‘donne’ per tutelare la comunità intersessuale e transessuale, c’è ancora in giro chi discrimina visibilmente la comunità lgbtqia?”, si chiede Micilotta, che prosegue così. ““Vogliamo delle spiegazioni, delle scuse e soprattutto che quel cartello venga immediatamente rimosso”.

E in effetti quel menu, da ieri, non c’è più.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.