Sport e disabilità, a Maggio l’attesissimo evento con i giocatori della Nazionale e tante sorprese. Il presidente di Mondo in Cammino, Giovanni Leonardi: “Lo sport è inclusione, il fare squadra, il rispetto alle regole e il raggiungimento degli obiettivi”

Giovanni Leonardi – Presidente Mondo in Cammino

Redazione

Le maggiori cariche dello Stato e della Difesa, si sono ritrovate lo scorso 25 aprile presso la Coperativa “Il Mondo in Cammino”,di Giugliano in Campania (Na). Progetto, quello della Cooperativa sociale Mondo in Cammino, portato avanti dal Presidente Giovanni Leonardi, che ha ribadito: “Porre come fondamentale la tematica dei ragazzi con disabilità costituisce la mission di Mondo in Cammino, sono trascorsi venti anni, nei quali ci siamo sempre posti accanto ai ragazzi speciali, sottolineando il nostro approccio olistico, accompagnando l’intero nucleo familiare. Incominciato il percorso formativo cerchiamo di restituire ai nostri ragazzi il massimo della autonomia puntando ove possibile anche l’inserimento lavorativo. Proprio nel periodo pre covid abbiamo lanciato il progetto disability free, che prevedeva la formazione presso il nostro centro polifunzionale Il Girasole – centro polifunzionale disabili a Giugliano in Campania e lo stage lavorativo presso dei locali di Aversa. La peculiarità del nostro progetto è che le attività sono realizzate in un bene confiscato alla criminalità, proprio all’interno si formano e si preparano al mondo del lavoro, nei nostri laboratori e nelle nostre aule nasce il percorso di inclusione e autonomia. Siamo riusciti a trasformare un simbolo di criminalità e di malaffare in un simbolo di amore per i più deboli. Pensiamo che il miglior modo di combattere la criminalità è cambiare la percezione della società, spesso questi luoghi sono percepiti paradossalmente positivamente, e il mero sequestro dello Stato con il successivo abbandono, restituisce un messaggio inverso. La società dei luoghi dove le mafie sono radicate avverte la sensazione che forse quel bene nelle mani delle persone sbagliate era meglio gestito, diversamente se si riesce, come nel nostro caso, a trasformarlo in un simbolo di amore, anche i più scettici non possono che rivedere il proprio punto di vista. La rivoluzione passa attraverso l’amore che viene riversato sulle famiglie dei più deboli, con l’aiuto delle istituzioni congiuntamente al lavoro dei professionisti e degli operatori. Sempre all’interno del centro sono state realizzate dalla Mondo in Cammino tre case famiglia, di cui una “Sabir” pronta ad accogliere i minori stranieri non accompagnati, mai come in questo periodo storico di grandissima utilità alla causa Ucraina, si immagino proprio gli orfani di guerra che stanno migrando dalle loro città, oramai distrutte, verso l’Italia. Anche gli ospiti delle case famiglia, che ricordiamo per i non addetti ai lavori, sono collocati a causa delle loro precedenti situazioni sociali critiche, che possono andare dalle condizioni socio ambientali alle violenze domestiche, partecipano alle attività inclusive, ieri sera facevano parte dello staff. In definitiva tutti gli ospiti partecipano a progetti di inclusione o reinserimento sociale, i laboratori di giardinaggio, teatro, musica servono ad aumentare l’autostima oltre a restituire competenze, mentre i laboratori di stamperia digitale e i corsi professionali (riconosciuti dalla Regione Campania) servono a realizzare il vero e proprio futuro lavorativo. Si pensi ad una mamma con dei figli che viene collocata in una delle nostre strutture a causa di disagio socio-economico, il suo futuro è minato dall’ombra del malaffare, se invece tramite percorsi mirati si riesce a inserirla nel mondo del lavoro l’obiettivo è raggiunto e il nucleo familiare sarà reinserito nella società. Proprio il 25 aprile, grazie ad ith24, alle ore 19:00 è stato realizzato, presso l’aula congressi del centro il Girasole della cooperativa Mondo in Cammino un importante convegno, dove hanno partecipato personalità di spicco tra le maggiori cariche dello Stato e della Difesa :il Colonnello Biagio Chiariello Comandante dei caschi bianchi di Arzano, già componente della squadra mobile di Roma, attualmente sotto scorta per le importanti operazioni contro la Camorra organizzata; il Colonnello Luigi Maiello, Comandante Polizia Municipale di Pomigliano d’Arco; il maresciallo dell’Esercito Italiano Giacomo Paciolla; il prof. avv. Carlo Taormina; il Sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi; l’avvocato civilista Valeria Londrino; il neo priore dell’ordine militare di jerusalem, Umberto Caruso; la dignitaria Laura Pedrizzi, che ci hanno accolto con un picchetto d’onore. Queste sono le iniziative che bisogna promuovere e portare avanti con forza. Perché nessuno va lasciato indietro. Grazie ad ith24, nei prossimi giorni, sarà presentato un altro importante evento: Sport e disabilità. A significare che grazie allo sport e attraverso lo sport, inteso come inclusione, il fare squadra e il raggiungimento degli obiettivi, si ppssono raggiungere gramdi traguardi. Oltre al primo cittadino di Giugliano, Nicola Pirozzi, all’avvocato Valeria Londrino che si occupa di tutela minorile, presenzierà alla manifestazione anche il dott. Nicola Angelillo. Molti ospiti del mondo dello Sport, onoreranno la nostra iniziativa. A breve comunicheremo data e ora di questo evento, che si svolgerà presso la nostra Coperativa”.

L’evento: Sport e Disabilità, è stato ideato da ith24 con la collaborazione del Maresciallo dell’Esercito Italiano, Giacomo Paciolla.

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.