208° anniversario della fondazione dell’Arma: “Nei secoli fedeli”

I Carabinieri festeggiano i 208 anni della fondazione dell’Arma. «Nel 208° anniversario della fondazione mi è grato rivolgere alle donne e agli uomini dell’Arma dei Carabinieri, e alle loro famiglie, il saluto e i sentimenti di riconoscenza della Repubblica per il servizio prestato nella tutela dei diritti dei cittadini».

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Teo Luzi, un messaggio. «Un impegno – ha detto – che si proietta sulla scena internazionale in tante meritorie attività di cooperazione che vanno dalle operazioni di mantenimento della pace e della sicurezza nelle aree di crisi, all’addestramento delle forze di polizia locali, concretizzando l’affermazione dei valori iscritti nella Costituzione. Un commosso pensiero va a tutti i Carabinieri caduti nell’adempimento del dovere e a quelli feriti nell’esercizio della loro attività».

Mattarella ricorda «in particolare la figura del Carabiniere Vittorio Iacovacci, ucciso in Congo, assieme all’Ambasciatore Luca Attanasio, nel corso di una missione a sostegno di un progetto umanitario, e alla cui memoria è stata conferita la Medaglia d’Oro al Valor Militare. La capacità di ascolto sul territorio, missione specifica dell’Arma, supportata utilmente da iniziative di rigorosa formazione, trova espressione anche sul terreno delle sfide delle specializzazioni che hanno arricchito nel tempo le professionalità dei Carabinieri. La Medaglia d’Oro al Merito Civile assegnata alla Bandiera di Guerra, per le azioni sviluppate a tutela dell’ambiente, degli ecosistemi e della biodiversità, ne è testimonianza. In questo giorno di festa, in coerenza con il motto che contraddistingue i Carabinieri, si rinnovano i sentimenti di fedeltà alle istituzioni della Repubblica e ai suoi valori. E la comunità nazionale si stringe intorno a voi che ne rappresentate uno dei volti. A tutti i Carabinieri in servizio e in congedo giunga il più fervido augurio. Viva l’Arma dei Carabinieri, viva le Forze Armate, viva l’Italia!», ha concluso Mattarella.

Numerosi i messaggi giunti per l’anniversario della fondazione dell’Arma.  «A 208 anni dalla fondazione dell’Arma dei Carabinieri – ha detto Giorgia Meloni – l’Italia ricorda il profondo spirito di abnegazione e sacrificio che contraddistingue i nostri uomini e donne in divisa. Grazie per il vostro servizio nel garantire la nostra sicurezza. Nei secoli fedele».

La presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha inviato una lettera al Gen. Teo Luzi per l’anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri. «Nella ricorrenza del 208 ̊ Anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri – afferma Casellati – desidero trasmettere a lei, a tutte le donne e gli uomini di questo prestigioso Corpo le mie più vive felicitazioni e un sincero ringraziamento per la professionalità, l’altruismo e il coraggio che da sempre contraddistinguono la vostra presenza al servizio del Paese. Nel vostro secolare cammino a difesa del tricolore, avete onorato l’impegno a garantire “il buon ordine e la pubblica tranquillità” dell’Italia con la vostra azione quotidiana e con il sacrificio dei tanti uomini che nel corso della storia si sono immolati per la fedeltà alla Patria. Il commosso ricordo del loro sacrificio si unisce all’apprezzamento per la costante capacità di adattamento della vostra missione alle trasformazioni istituzionali, politiche, economiche e sociali della nostra comunità nazionale».

«Oggi – prosegue la presidente del Senato – i Carabinieri sono al nostro fianco con una rete capillare di Comandi territoriali, a cui si affiancano le Stazioni Forestali e i Reparti Speciali, che con le loro competenze altamente specialistiche consentono la tutela e la salvaguardia della popolazione in ogni aspetto. Nel corso della pandemia, avete dimostrato ancora una volta di sapere interpretare il significato autentico delle parole “legalità” e “sicurezza”, adeguandole con flessibilità e generosità ad un contesto insidioso e complesso».

Pubblicato da edizioni24

Per info e segnalazioni: [email protected] Fondatore Sito: Gaetano Daniele, già editore de "Il Fatto" e "Il Notiziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.